SHOPPING COMPULSIVO - S.I.I.Pa.C Lazio ONLUS

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

SHOPPING COMPULSIVO

NEW ADDICTIONS

   NEW ADDICTIONS
          GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO
        
SHOPPING COMPULSIVO
        
 INTERNET DIPENDENZA
        
 DIPENDENZA AFFETTIVA
        
 DIPENDENZA DA SESSO
        
 ABUSO DI CELLULARE
        
 DIPENDENZA DA LAVORO
       ACCUMULO COMPULSIVO
   TEST
  
EQUIPE
  
DIAGNOSI E TERAPIE
  
TIROCINI










È un disturbo caratterizzato dal bisogno urgente e incontrollabile dell’acquisto, da una tensione
crescente in grado di trovare appagamento solo nell’atto del comprare senza tener conto delle
conseguenze negative, siano esse di natura finanziaria, relazionale o psicologica.

La cosiddetta Dipendenza da Shopping, anche chiamata sindrome da Shopping Compulsivo ha
ricevuto una sempre maggiore attenzione soprattutto negli ultimi venti anni, in relazione anche ai
numerosi cambiamenti legati all’acquisto (es.: utilizzo di carte di credito, bancomat o prepagate
e della modalità di acquisto on line), e al crescente impatto sociale di questo. Se, da una parte,
dunque, lo shopping, è un’attività da sempre considerata piacevole, gratificante e socialmente
riconosciuta, dall’altra, rappresenta un comportamento a rischio, che può assumere, se perpetuato
nel tempo, le caratteristiche della compulsività.

I soggetti che presentano questo disturbo raccontano di provare una tensione crescente ed un
impulso incontrollabile che li spinge a comprare senza tener conto delle proprie possibilità
finanziarie. Queste persone, in genere donne, cercano negli acquisti una consolazione al loro
malessere, a sensazioni di vuoto, noia e solitudine. Il benessere che traggono dall’acquisto, però,
dura pochissimo e lascia subito il posto a sensi di colpa e vergogna.

Lo shopping compulsivo a lungo termine è in grado di causare problemi significativi quali, stress,
interferenze con il funzionamento sociale e lavorativo, distruzione familiare e coniugale e gravi
problemi finanziari.

Risvolti


La sindrome da Shopping compulsivo, alla stregua delle altre new addiction, se non affrontata, può
comportare una serie di rischiose conseguenze a più livelli.

• Livello economico. Questo tipo di dipendenza comporta un elevato dispendio economico,
 considerato che: normalmente il denaro investito negli acquisti effettuati è superiore ed
 eccessivo rispetto a quello posseduto realmente e che gli acquisti si ripeteranno più volte
 nell’arco della settimana.

• Livello psicologico. Coloro che soffrono di dipendenza da shopping compulsivo non
 acquisteranno più per soddisfare un loro reale bisogno materiale, ma per soddisfare il
 bisogno dell’acquisto vero e proprio, divenuto oramai inderogabile ed imprescindibile.

A sua volta il bisogno dell’acquisto sostituisce la mancata soddisfazione di una ulteriore
esigenza della persona dipendente, per cui l’impossibilità di compierlo genera ansia e
frustrazione. Spesso il dipendente sperimenterà sentimenti di colpa e vergogna in seguito
all’acquisto di oggetti che vengono messi da parte, regalati, o comunque tenuti nascosti alla
famiglia.

• Inoltre, vengono intaccati, come avviene con il resto delle dipendenze, tutti gli aspetti di
  vita della persona coinvolta, quali la famiglia, l’attività lavorativa e il contesto sociale di
  appartenenza.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu